fbpx

Movida di qualità, per consolidare quello che è diventato un patrimonio regionale: la vita notturna del centro storico di Foligno, capace di attirare turisti e visitatori anche da fuori regione. Si chiama “In Centro”, la realtà che lavorerà a questo progetto. E’ un consorzio di attività del settore, che si propone di fare squadra, perché l’unione fa la forza, e far fronte da un lato alle esigenze degli operatori, dall’altro attuare iniziative (anche eventi) per far fare un salto di qualità alla movida folignate, cercando di mettere dalla stessa parte gli operatori del settore, i clienti e gli abitanti del centro storico, secondo l’idea che la movida è una risorsa e non un problema.
La missione non sarà facile, ma la voglia di fare è tanta. Animatori dell’iniziativa tutto giovani imprenditori, accompagnati da Confcommercio. A presiederla Samuele Ciccioli, vice Leonardo Ferretti. Tra i promotori anche Fabrizio Bastida, Patrizio Casagrande, Alessandro Cucciarelli, Giacomo Lattanzi, Mirco Berti, Paolo Berti, Catiuscia Diotallevi e Daniele Ciani ma le adesioni sono aperte. L’obiettivo è andare oltre il centro storico e andare anche oltre queste attività di terziario.

Ma quali possono essere i vantaggi le attività che si iscrivono? L’idea è quella di mettere servizi in comune, la realizzazione di piani marketing, corsi di formazione e scontistiche per gruppi di acquisto. E la prima iniziativa sarà quella di introdurre la presenza di steward nei locali, particolari “angeli custodi” della movida. “Vogliamo combattere contro l’inciviltà insieme, commercianti e cittadini”, ha detto il vicepresidente Leonardo Ferretti.